• Home
  • PRODOTTI
  • Esempi Applicativi

Esempi Applicativi

AlimentariAlimentari

Alimentari

Esistono una serie di applicazioni basate sul trattamento di conservazione degli alimenti, come l'imballaggio o il gasaggio dei vegetali.
Ad esempio con il gasaggio dei vegetali a tubero (es. patate) si evita la crescita di germogli durante il periodo di stoccaggio. In alcuni casi possono essere usati gas inerti che provocano asfissia, diversi prodotti di scarto producono tipici gas di putrefazione, come metano e l'idrogeno solforato.

I silos per il grano e le aree per lo stoccaggio di cereali possono produrre anidride carbonica.
Alcuni frutti possono rilasciare etano, anidride carbonica e il materiale in decomposizione diventa un pericolo in spazi confinati.
Nei Salumifici industriali il taglio del prodotto viene effettuato su prodotti congelati mediante azoto per cui si dovranno dotare di rilevatori di ossigeno per monitorare eventuali fughe e salvaguardare l'incolumità degli operatori.

Read more

Cantine vinicoleCantine vinicole

Cantine vinicole

Nella produzione di vini e distillati, i pericoli da gas derivano dall'uso di sotanze per la conservazione dei vini, dalla sterilizzazione dei serbatoi o recipienti, dalla fermentazione ed inoltre dallo stoccaggio di alcoli.

Read more

CartiereCartiere

Cartiere

Durante il trattamento della pasta si fa uso di additivi quali l'acido solforico, acido cloridrico e in taluni casi di cloro. Nella centrale termica si fa uso di combustibile, spesso metano e nel trattamento delle acque reflue c'è una grande quantità di Idrogeno solforato.

Read more

Centrali termicheCentrali termiche

Centrali termiche

 Le moderni centrali termiche hanno di fatto quasi abbandonato i combustibili liquidi. Il più frequente combustibile è il metano ed in misura notevolmente minore il Gas di Petrolio Liquefatto (GPL).

Read more

ChimicaChimica

Chimica

Svariati processi nelle produzioni chimiche richiedono rilevatori di gas. Una delle applicazioni più comuni riguarda l'ingresso, per pulizia o manutenzione, in serbatoi. Comunemente in questa situazione vengono monitorati il livello delle concentrazioni di Ossigeno, vapori di gas infiammabili (monitorati per l'utilizzo sovente di solventi utilizzati per la pulizia dei serbatoi) e gas tossici in riferimento alla produzione dell'azienda in oggetto, per esempio una azienda che produce Cloro dovrà dotarsi di un rilevatore per presenza di Cloro.

Impianti chimici possono produrre prodotti finiti oppure prodotti che verranno utilizzati in processi produttivi da altre aziende.

Read more

Cucine industrialiCucine industriali

Cucine industriali

Le moderne cucine industriali hanno di fatto abbandonato ogni altro combustibile che non sia metano o il meno diffuso Gas di Petrolio Liquefatto (GPL).

Read more

Depositi combustibiliDepositi combustibili

Depositi combustibili

In questi particolari siti, l'oggetto dell'attività costituisce il pericolo primo: i combustibili infatti versandosi dai contenitori costituiscono anche attraverso i propri vapori un'altissimo pericolo di infiammabilità che si può innescare anche con minime fonti energetiche (scintilla).

Read more

Depositi e stazioni di riempimento gasDepositi e stazioni di riempimento gas

Depositi e stazioni di riempimento gas

In questi particolari siti, l'oggetto dell'attività costituisce il pericolo primo: i combustibili infatti versandosi dai contenitori costituiscono anche attraverso i propri vapori un'altissimo pericolo di infiammabilità che si può innescare anche con minime fonti energetiche (scintilla).

Read more

DiscaricheDiscariche

Discariche

Nelle discariche, per effetto di decomposizione di sostanze organiche vengono prodotti in profondità metano,idrogeno solforato e anidride carbonica. Frequentemente i gas trovano la loro via per salire attraverso gli strati del terreno fino ad aree bonificate sulle quali potrebbero essere stati costruiti degli edifici.

Read more

Disinfezioni acque potabiliDisinfezioni acque potabili

Disinfezioni acque potabili

Negli impianti di trattamento acqua si incontrano rischi legati ai processi di purificazione dell'acqua che utilizzano cloro. Le fonti di approvvigionamento possono essere diverse: si possono usare sia acque sotterranee che superficiali anche salmastre, se opportunamente trattate. Nella maggior parte degli acquedotti le acque sono sottoposte a disinfezione. Ad eccezione del trattamento con raggi ultravioletti, la disinfezione comporta sempre il contatto con sostanze chimiche. I composti del cloro, sono comunemente impiegati per tale scopo.

Read more

FarmaceuticaFarmaceutica

Farmaceutica

Nell'ambito della produzione di farmaci, sono diversi gli ambienti dove sono manipolate sostanze pericolose a vario titolo:

  1. All'interno di un laboratorio chimico vengono utilizzati e conservati solventi organici a rischio d'esplosione: l'impiego di queste sostanze rende l'ambiente a rischio d'esplosioni od incendi.
  2. Durante la fase di preparazione delle soluzioni può essere utilizzato alcol etilico in quantità ingenti. Tale sostanza è etichettata come facilmente infiammabile. L'impiego di questo rende l'ambiente a rischio di esplosione o incendio.
  3. Produzione di Unguenti, paste, creme e geli: nella preparazione della massai solventi più impiegati per la preparazione delle forme farmaceutiche liquide sono l'acqua e l'alcol etilico. Durante questa fase vengono manipolati solventi chimici utilizzati per la formazione della massa.
  4. La centrale termica di solito è di grandi dimensioni, il grande utilizzo di metano è fonte di rischio di esplosione.
  5. In genere ed in altri reparti di lavorazione si può essere a contatto di sostanze tossiche di vario genere, dipendentemente dalle produzioni specifiche. 

Read more

FertilizzantiFertilizzanti

Fertilizzanti

Oltre ad essere sostanze arricchite con Azoto, Fosforo e Potassio, di base la materia utilizzata proviene da feci animali. Nel processo di lavorazione il gas più pericoloso è l'ammoniaca, che si sviluppa in grandi quantità durante il primo periodo di stagionatura della materia, spesso in luoghi chiusi. Come in altri ambienti dove vige la decomposizione, il secondo pericolo è costituito dalla presenza di idrogeno solforato.

Read more

GalvanicaGalvanica

Galvanica

I processi galvanivi, prevedono una fase detta di "decappaggio" nella quale si effettua la pulizia del pezzo da trattare. La lavorazione è realizzato tramite l'uso di acidi. Un altro processo dove si fa uso di sostanze pericolose, consiste nello sgrassaggio, non solo dei pezzi da lavorare ma anche delle strutture produttive: si usa essenzialmente tricloetilene (comunemente detta trielina)

Read more

GasdottiGasdotti

Gasdotti

Un'applicazione ovvia è il monitoraggio del gas infiammabile. I pericoli sono presenti laddove perdite della rete principale o dalle giunture richiedono l'accesso in spazi confinati per lavori di manutenzione. Le tubature del gas possono aver perdite in aree in cui bisogna accedere per manutenzioni, quali saldature, pertanto si dovrà monitorare il LEL prima di qualsiasi operazione.

Read more

Hangar - Rimessaggio VelivoliHangar - Rimessaggio Velivoli

Hangar - Rimessaggio Velivoli

La grande quantità di carburante contenuto nei velivoli fa di uno spazio chiuso come un Hangar, un luogo pericoloso per le fuoriuscite dai serbatoi.

Read more

Impianti frigoriferiImpianti frigoriferi

Impianti frigoriferi

Nelle strutture per la produzione di alimenti o per il loro stoccaggio, ove sia necessaria la conservazione del prodotto primario o finito a temperatura controllata, normalmente il fluido refrigerante usato è l'ammoniaca.
Si tratta di grandi strutture ove altri fluidi non permetterebbero l'uso di potenze così elevate.

Read more

Impianti raffinazione petrolioImpianti raffinazione petrolio

Impianti raffinazione petrolio

Il petrolio grezzo, in fase d'estrazione, è sempre ricco di gas idrocarburi leggeri e spesso di idrogeno solforato. Il Metano non viene disperso ma raccolto e convogliato in tubazione per essere depurato e distribuito.

Le applicazioni riguardano le installazione in mare ed in terra.
Piattaforme ed impianti di perforazione , terminali di oleodotti, raffinerie, oleodotti e trasporto sia in fase di esplorazione che di produzione, serbatoi di stoccaggio, silos, tunnel, serbatoi, sono tutte zone a rischio di esplosione, H2S e deficienza d'ossigeno. I pericoli esistono come conseguenza di perdite attorno alle valvole e flange , vicino a lavori a caldo (saldature) nella pulizia e riparazione dei serbatoi.
Ruggine su grosse strutture d'acciaio significa una riduzione d'ossigeno, se in spazi confinati, senza possibilità di ricambio.

Read more

Laboratori chimiciLaboratori chimici

Laboratori chimici

All'interno di un laboratorio chimico vengono utilizzati e conservati solventi organici a rischio d'esplosione: l'impiego di queste sostanze rende l'ambiente a rischio d'esplosioni od incendi. Si usano infiammabili di altro genere per catalizzare le reazioni chimiche. In genere ed in altri reparti di analisi si può essere a contatto di sostanze tossiche di vario genere, dipendentemente dalle produzioni specifiche. Sono utilizzati gas inerti che generano pericolo da asfissia.

Read more

Metallurgia e siderurgiaMetallurgia e siderurgia

Metallurgia e siderurgia

Il processo chimico a caldo tra il minerale ferroso ( pirite) e il carbone per produrre acciaio, offre una quantità di rischi gas. Negli altiforni il carbone coke è usato come combustibile, questo rilascia un gas altamente tossico : il gas di cokeria , costituito da monossido di carbonio, idrogeno solforato, metano,SOx e NOx

Read more

OspedaliOspedali

Ospedali

I gas di più larga diffusione, per uso terapeutico e per gli interventi chirurgici, sono l'ossigeno ed il protossido di azoto. Il primo, può essere presente in eccesso, sia se l'ospedale sia dotato di camera iperbarica, sia per fuga da normale distribuzione nei reparti. Il secondo è un anestetico molto diffuso di cui esistono obblighi di monitoraggio in camera operatoria.

Read more

Parcheggi interratiParcheggi interrati

Parcheggi interrati

Negli ambienti interrati, adibiti a parcheggio di autoveicoli e dotato di ventilazione forzata, si creano potenzialmente le condizioni di tossicità e di esplosività..

Read more

Produzione BirraProduzione Birra

Produzione Birra

Nella produzione della birra il gas di maggior presenza è l'anidride carbonica. Oltre ad essere un prodotto di fermentazione, è anche usata per preservare la qualità dei prodotti. Non va dimenticato che molto spesso la fermentazione e lo stoccaggio, avviene in tini, serbatoi, silos, tinozze che necessitano di pulizia e manutenzione, essendo degli spazi confinati l'operatore dovrà dotarsi di rilevatore multigas.

Read more

Produzione poliuretanoProduzione poliuretano

Produzione poliuretano

Nel processo produttivo del poliuretano espanso e anche di sostanze simili, elemento di base è il pentano.

Read more

Ricarica accumulatoriRicarica accumulatori

Ricarica accumulatori

L'operazione di ricarica degli accumulatori dei carrelli a trazione elettrica comporta il pericolo di incendio–esplosione. Infatti, durante la ricarica, il passaggio della corrente elettrica determina un processo d'elettrolisi con sviluppo d'idrogeno. Si ha anche una parziale evaporazione degli acidi forti contenuti nella batteria. Pertanto, si può arrivare ad un livello di saturazione ambientale che può determinare la formazione di una miscela esplosiva.

Read more

SaldatureSaldature

Saldature

In tutte le attività di carpenteria metallica o comunque dove necessitano delle saldature, è certa la presenza di gas combustibili allo scopo. I più utilizzati sono acetilene e propano oltre ad altri gas dal nome commerciale diverso contenenti additivi per migliorarne le prestazioni.

Read more

SerbatoiSerbatoi

Serbatoi

Anche se apparentemente puliti, i serbatoi possono essere pericolosi, ad esempio la presenza di acqua all'interno può generare corrosione, riducendo così il livello di ossigeno e producendo idrogeno che è un gas infiammabile. Possono inoltre contenere residui della sostanza precedentemente contenuta o se puliti, possono contenere la sostanza inertizzante. In conclusione la sicurezza del personale che lavora in prossimità dei serbatoi può essere garantitasolo da un rilevatore multigas.

Read more

SottosuoloSottosuolo

Sottosuolo

Tutte le operazioni da effettuarsi nel sottosuolo sono da eseguirsi con gli opportuni strumenti di sicurezza, a tutela dell'operatore dai gas che possono trovarsi.

Read more

SpraySpray

Spray

Nella produzione degli Spray, il propellente utilizzato più comunemente è il propano.

Read more

TessutiTessuti

Tessuti

Durante le diverse fasi di lavorazione dei tessuti, si possono verificare importanti presenze di idrogeno solforato ed a causa di perdite, anche atmosfere esplosive generate dal metano solitamente molto copioso in questo genere di attività.

Read more

Trattamento e depurazione acque cloacaliTrattamento e depurazione acque cloacali

Trattamento e depurazione acque cloacali

L'accesso a fognature e canali di scolo presenta rischi da deficienza d'ossigeno,metano e idrogeno solforato. Digestore fanghi: i digestori di fanghi possono essere considerati 'fabbriche di metano' dove le acque reflue grezze biodegradano producendo alti livelli di metano come sottoprodotto.
Tipicamente può essere generato il 60-70 % di volume di metano che poi viene utilizzato come carburante per altre applicazioni, quali la produzione di elettricità mediante turbina.

Read more

Trattamento termico dei metalliTrattamento termico dei metalli

Trattamento termico dei metalli

Gas presenti

Infiammabili: Sono utilizzati diversi solventi per la pulizia dei macchinari e per la combinazione ai metalli dipendentemente dal risultato voluto.
Ossido di Carbonio (CO): Nei trattamento termici (tempere, indurimento metalli) si opera normalmente in forni in atmosfere controllate a base di ossido di carbonio.
Ammoniaca(NH3): Sostanza molto presente nelle "ricette" per il trattamento termico.
Metano (CH4): Il combustibile più usato per ottenere le temperature necessarie al trattamento.
Tricloetilene (C2HCl3): Il tricloroetilene è una sostanza nociva per via inalatoria e può determinare effetti irreversibili. Uno dei suoi organi bersaglio è il fegato.

Read more

 

CPF Industriale
CPF Industriale
P.IVA 03131150173
via E.Fermi, 98 - 25064 Gussago (BS), Italy
Tel. 030.310461 - Fax 030.310465
info@cpfindustriale.it
CPF Industriale

CPF Industriale
P.IVA 03131150173
via E.Fermi, 98 - 25064 Gussago (BS), Italy
Tel. 030.310461 - Fax 030.310465
info@cpfindustriale.it

 

Tecnocontrol srl

Tecnocontrol
P.IVA 03543100170
via Miglioli, 47 - 20090 Segrate (MI), Italy
Tel. 02.26922890 - Fax 02.2133734
info@tecnocontrol.it

 

Geca srl
Geca
P.IVA 03124320171
via E.Fermi, 98 - 25064 Gussago (BS), Italy
Tel. 030.3730218 - Fax 030.3730228
info@gecasrl.it
Tecnocontrol srl
Tecnocontrol
P.IVA 03543100170
via Miglioli, 47 - 20090 Segrate (MI), Italy
Tel. 02.26922890 - Fax 02.2133734
info@tecnocontrol.it
Geca srl
Geca
P.IVA 03124320171
via E.Fermi, 98 - 25064 Gussago (BS), Italy
Tel. 030.3730218 - Fax 030.3730228
info@gecasrl.it

I cookies servono a migliorare e a ottimizzare l'esperienza dell'utente nella navigazione. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere i cookies.